Security & PMI: come fare una rilevazione delle minacce informatiche preventiva

28 Aprile 2022

Fare una rilevazione delle minacce informatiche preventiva consente alla security delle PMI di scovare le vulnerabilità che espongo l’azienda ai cyber attacchi. Riuscire a scovare in anticipo le proprie vulnerabilità evita o comunque limita d’ incorrere in ingenti danni economici per riprendersi dall’attacco.

Agire in modo preventivo e proattivo, destinando parte del budget alla ricerca delle minacce informatiche per una PMI vuol dire garantirsi la continuità aziendale anche quando la minaccia venga rilevata.

Su come fare una rilevazione delle minacce informatiche preventiva esistono diverse soluzioni, ciò che fa la differenza è che sia affidabile ed alla portata di PMI.

Cosa sono le minacce informatiche?

Per capire bene cos’è una minaccia informatica è necessario prima capire cos’è una vulnerabilità e perché viene sfruttata dalla minaccia.

Una vulnerabilità informatica può essere intesa come una componente di un sistema informatico, in corrispondenza della quale le misure di sicurezza sono assenti, ridotte o compromesse. Ovvero è un punto debole del sistema che consente a un aggressore di compromettere il livello di sicurezza dell’intero sistema aziendale.

Il concetto di vulnerabilità non va confusa con la minaccia. La minaccia informatica è l’agente che, sfruttando una vulnerabilità, potrebbe arrecare un danno al sistema informatico dell’azienda.

In pratica, la minaccia è la causa scatenante, solitamente non controllabile direttamente, mentre la vulnerabilità è la con-causa che consente l’azione della minaccia.

Detto in altri termini, le vulnerabilità si riferiscono a punti deboli in un sistema o programma che possono essere sfruttati dalle minacce per ottenere l’accesso non autorizzato a una risorsa.

Pr cui, la minaccia è ciò da cui l’azienda si difende, ad esempio un attacco DoS. Le vulnerabilità sono le lacune o le debolezze che minano gli sforzi di sicurezza IT, ad es. un difetto del firewall che consente agli hacker di entrare in una rete.

Sono le minacce informatiche perpetuate tramite attacco a causare un reale danno all’azienda.

Tali danni per le PMI di traducono in danno reputazionale, economico e finanziario.

Perché è importante fare una rilevazione delle minacce informatiche preventiva

Per gli hacker le PMI rappresentano sempre più spesso un bersaglio facile e incapace di prevenire e rispondere efficacemente alle varie minacce. Le minacce più frequenti che colpiscono le PMI sono legate al furto di credenziali, al phishing, al malware, alla condivisione impropria di file o di documenti, alla violazione dei dati.

Il più delle volte, in effetti, l’obiettivo di questi attacchi informatici è il furto di dati sensibili che ormai rappresentano il vero e proprio asset produttivo di ogni azienda.

I danni diventano incalcolabili in regime di GDPR, un eventuale data breach può essere sanzionato con multe fino al 4% del fatturato annuo mondiale.

È facile immaginare quanto l’impatto di una di queste minacce possa essere forte per una PMI. A seguito di un attacco con furto e diffusione di dati sensibili, corrisponde il blocco dell’infrastruttura IT, perdita di fatturato, clienti ed opportunità di business.

Il danno subito alla security PMI a seguito di un attacco informatico, agisce su 3 livelli fondamentali reputazionale, economico e finanziario. Quanto basta per mettere in ginocchio una qualunque PMI.

Ecco perché diventa fondamentale che le aziende ed in particolare le PMI siano in grado di trovare una soluzione efficace per la rilevazione delle minacce informatiche preventiva.

Come fare una rilevazione delle minacce informatiche preventiva

a soluzione che consente di creare un sistema di rilevazione delle minacce informatiche preventiva si compone di più step d’analisi.

Il Vulnerability Assessment è il primo passo per monitorare la possibile presenza di minacce informatiche. Questo perché va a cercare in modo mirato i punti deboli di una applicazione o dell’intero sistema. Consiste in un vero e proprio checkup informatico, uno screening dettagliato delle vulnerabilità di una applicazione o dell’intera infrastruttura aziendale. Con questo test è possibile definire, identificare, classificare e rispondere alle minacce informatiche che orbitano attorno all’organizzazione.

Ma per rendere completamente proattiva e preventiva la rilevazione delle minacce informatiche è importante mettere in atto azioni di cyber threat intelligence.

La cyber threat intelligence permette di acquisire conoscenze preziose su quelle che possono essere le minacce informatiche incombenti prevedendo le possibili mosse dei cyber criminali. Ovvero, questa soluzione rileva preventivamente informazioni sulle cyber minacce a cui potrebbe essere esposta un’azienda offrendo vantaggi di difesa in termini proattivi.

Una PMI per fare una rilevazione preventiva delle minacce informatiche come quella spiegata può servirsi di una piattaforma in cloud.

Con un servizio di rilevazione delle minacce as a service anche le PMI con budget limitati possono fare test delle vulnerabilità ed azioni di threat intelligence.

Con una piattaforma in Cloud, le PMI possono facilmente attivare i test per controllare la propria infrastruttura senza dover installare o acquistare alcun software.